Gli effetti collaterali degli steroidi

Alcuni specialisti, anziché ricorrere alla biopsia, preferiscono affidarsi a una valutazione congiunta di diversi esami del sangue che, complessivamente, possono dare un quadro accurato della funzionalità epatica e dell’eventuale danno subito dal fegato. Un’altra procedura utilizzata per valutare il danno epatico è l’elastografia con FibroScan, che misura il grado di rigidità del fegato con una sonda a ultrasuoni, in un esame non dissimile da una normale ecografia. Molte strutture ospedaliere lo propongono oggi in alternativa o come integrazione alla biopsia per un accurato monitoraggio dell’estensione del danno epatico.

I medici di solito raccomandano la chemioterapia solo per i pazienti il cui tumore si è diffuso in siti distanti, come organi quali polmoni o fegato. Una varietà di chemioterapici sono stati utilizzati per MCC in stadio avanzato, con vari (e spesso limitati) successi. Purtroppo spesso hanno effetti collaterali importanti. Non ci sono studi clinici controllati che abbiano dimostrato di aumentare la sopravvivenza, anche se possono portare spesso a brevi remissioni. I medici possono utilizzare la chemioterapia anche solo per ridurre le dimensioni di un tumore o per migliorare il dolore e la qualità di vita del paziente.

A chi non riesce a disciplinare la propria dieta e persiste in uno stato di malnutrizione tale da risultare a rischio con il Colesterolo, viene prescritto un medicinale a base di statine: atrovastatine, fluvastatine, lovastatine, paravastatine e simvastatine. Se è vero che queste sostanze inibiscono la produzione dell’enzima reduttase HMG-CoA che regola la produzione di colesterolo nel fegato, è altrettanto vero che gli effetti collaterali sono molto peggio del lasciare il colesterolo alto. I rischi per chi prende le statine sono la compromissione del fegato, la rabdomilosi (distruzione muscolare) e il danneggiamento permanente delle reni. Ma l’effetto peggiore delle statine è che l’organismo viene privato del coenzima Q10 che è essenziale per il funzionamento del cuore. Il Q10 è un importante antiossidante, autoprodotto dall’organismo e regolato in parte dall’ HMG-CoA e il suo esaurimento mette a rischio ossidativo l’intero organismo. È importante che chi fa uso di queste sostanze per ridurre il colesterolo, o anche chi ha smesso di prenderle, faccia subito integrazione di CoQ10. Il coenzima Q10 è liposolubile, quindi, va preso durante un pasto che contenga anche grassi poliinsaturi come olio di oliva extravergine, mandorle. Prenderlo con acqua non sortisce nessun effetto e sarebbe meglio prenderlo in sinergia con tutti i complessi vitaminici.

Gli effetti collaterali degli steroidi

gli effetti collaterali degli steroidi

Media:

gli effetti collaterali degli steroidigli effetti collaterali degli steroidigli effetti collaterali degli steroidigli effetti collaterali degli steroidigli effetti collaterali degli steroidi

http://buy-steroids.org